A Parigi il Festival Dolce Vita Sur Seine chiude con una serata dedicata a Expo 2030 Roma

Si è conclusa ieri la seconda edizione del Festival Dolce Vita sur Seine, a Parigi e in contemporanea quella del Festival Nouvelle Vague alla Casa del Cinema di Roma. Una serata dedicata alla candidatura della Capitale a Expo 2030, organizzata in collaborazione con la Rappresentanza permanente d’Italia presso l’UNESCO e la nostra Fondazione Roma Expo 2030. Cinema e musica protagonisti per celebrare il gemellaggio tra la Ville Lumière e la Città Eterna e la candidatura di Roma a Expo2030.

In collegamento da Roma, l’Assessore alla Cultura Miguel Gotor che ha ringraziato il Comune di Parigi, rappresentato dal vicesindaco Arnaud Ngatcha, per il forte sostegno alla candidatura romana. La serata è iniziata con la proiezione di «Bal» di Ettore Scola e l’orchestrina dei Fratelli Semeraro, seguita da una diretta tra Cedric Klapisch e Marion Barbeau e si è conclusa con uno spettacolo memorabile: «Romana» della celebre ed eclettica cantante Tosca, accompagnata dal violoncello di Giovanna Famulari, dalla chitarra di Massimo De Lorenzi e dal clarinetto di Pasquale Laino. Tosca ha mescolato note e parole tracciando un unico racconto tra le canzoni di Pasolini, Domenico Modugno, Nino Rota e Nicola Piovani, fino a quelle della grande maestra della canzone romana.

📸 Credits 
Emma Gabet/Palatine

Qui una raccolta di articoli:

Corriere della Sera

ANSA

AskaNews

Agenzia Cult

Tg3 > Rainew24

Radio Rai 1